Condizioni Generali

Stato 03/2018

1. Ambito di validità

Tutte le forniture, le prestazioni e le offerte di Kampmann vengono realizzate esclusivamente sulla base delle Condizioni Generali di Kampmann, che sono peraltro parte integrante di tutti i contratti stipulati fra Kampmann e il committente.

 

Le Condizioni Generali del committente o di terzi non vengono applicate, neppure nei singoli casi in cui Kampmann non ne contraddica la validità.

 

2. Offerta e stipula del contratto

Le nostre offerte sono formulate senza impegno. Accordi accessori di natura orale sono vincolanti solo se confermati in forma scritta.

 

Il committente è vincolato agli ordini per due settimane. Il contratto acquista validità solo se Kampmann accetta l’ordine tramite opportuna conferma d’ordine o fornitura entro il suddetto intervallo.

 

3. Prezzi e pagamento
3.1 I prezzi che indichiamo sono prezzi netti. A tali prezzi va quindi sommata l’imposta sul valore aggiunto applicabile per legge al momento della fornitura; inoltre, se la merce deve essere inviata nel luogo specifico indicato dal committente, occorre aggiungere i costi di trasporto, imballaggio e spedizione.

 

In caso di contratti di fornitura permanente, su richiesta o successiva, si applicano i prezzi di vendita in vigore il giorno della fornitura, con l’aggiunta dei costi accessori di cui sopra, come imposta sul valore aggiunto, costi di trasporto, imballaggio e spedizione.

 

Se, per motivi imputabili al committente, le forniture vengono effettuate dopo il temine originariamente previsto e ciò comporta un aumento dei costi del lavoro e del materiale oppure dei prezzi dei fornitori a partire dalla data originariamente fissata, siamo autorizzati ad aumentare i nostri prezzi in modo percentuale.

 

I prezzi confermati valgono solo per il rispettivo ordine e non sono vincolanti per ordini successivi.

 

3.2 L’importo fatturato deve essere saldato subito dopo la ricezione della fornitura e comunque entro e non oltre 10 giorni dalla data di fatturazione. Determinante per stabilire la puntualità del pagamento è l’incasso dello stesso da parte nostra. Eventuali sconti concordati perdono la propria validità se il committente è in ritardo con il pagamento di forniture precedenti. In caso di ritardo nel pagamento applichiamo interessi nell'ordine di 9 punti percentuali sulla rispettiva tariffa base. Resta riservato il diritto di richiedere un risarcimento del danno maggiore. In caso di ritardo nel pagamento con richiesta di indennizzo abbiamo diritto a un forfait di 40 Euro, che vanno conteggiati con il risarcimento danni dovuto, nella misura in cui il danno comporti delle spese per un'azione legale. In caso di ritardo nel pagamento di importi fatturati per forniture precedenti, l’importo della fattura deve essere corrisposto subito dopo la ricezione della fornitura. Lo stesso vale nel caso in cui il committente abbia presentato istanza di fallimento.

 

3.3 Il committente può compensare con contropretese solo nel caso in cui dette contropretese siano incontestate o risultino accertate e passate in giudicato. Un eventuale diritto di ritenzione rispetto alle disposizioni legali è escluso
da questo divieto.

 

4. Fornitura/trasferimento del rischio
4.1 Le forniture avvengono sostanzialmente dallo stabilimento di Kampmann.

 

4.2 I termini/tempi di fornitura previsti da Kampmann sono sempre da considerarsi approssimativi, a meno che non siano stati concordati espressamente per iscritto come termini fissi.

 

4.3 Qualora sia stata concordata una spedizione da parte di Kampmann, i termini/tempi di fornitura si riferiscono al momento della consegna al vettore. Con la consegna della merce venduta al vettore, il rischio viene trasferito al committente. Gli Incoterms non trovano applicazione.

 

4.4 Kampmann è autorizzata a effettuare forniture parziali solo se ciò risulta ragionevole per il committente, ovvero se la consegna parziale è utilizzabile per il committente nell’ambito dello scopo previsto dal contratto, se la fornitura della merce residua è garantita e se non sussistono oneri aggiuntivi o spese supplementari per il committente, a meno che Kampmann non si dichiari disposta ad assumersi tali costi.

 

4.5 Kampmann risponde per l’impossibilità della fornitura o per ritardi nella fornitura solo se tali condizioni sono da attribuire alla stessa Kampmann. Sono esclusi i casi di forza maggiore oppure altri eventi non prevedibili.

 

4.6 Kampmann può rifiutare la fornitura nei casi in cui dopo la stipula del contratto risulti chiaro che il diritto alla contropartita è a rischio a causa di un rendimento lacunoso del committente, a meno che il committente non fornisca una garanzia entro un intervallo ragionevole e fissato da Kampmann, alla scadenza del quale Kampmann può recedere dal contratto.

 

4.7 In caso di ritardi nella fornitura, il committente è legalmente autorizzato a recedere dal contratto se il ritardo è imputabile a Kampmann e se a Kampmann è stata concessa una proroga di 14 giorni per porre rimedio alla situazione (§ 314 par. 2 del codice civile tedesco). Ciò non comporta alcuna variazione dell’onere della prova a scapito del committente. La responsabilità di Kampmann in caso di mancata fornitura o ritardo nella fornitura è definita in base al paragrafo 6.6.

 

4.8 Le merci acquistate e fornite da Kampmann con difetti non vengono ritirate, a meno che Kampmann non abbia stipulato con il committente un accordo specifico a questo riguardo.

 

5. Riserva di proprietà
5.1 La merce fornita rimane di nostra proprietà (merce sottoposta a riservato dominio) fino al saldo di tutti i crediti (inclusi tutti i saldi esigibili a richiesta in conto corrente) a nostro favore, presenti o futuri, derivanti dal rapporto commerciale con il committente.

 

5.2 A condizione che non sia in ritardo con i pagamenti, il committente è autorizzato a commercializzare normalmente la merce sottoposta a riservato dominio, previa cessione dei crediti risultanti. Non sono ammesse costituzioni in pegno o cessioni a titolo di garanzia. I crediti legati alla merce sottoposta a riservato dominio, derivanti dalla rivendita o da un diverso motivo legale (ad es. caso assicurativo, manipolazione non consentita), ci vengono ceduti da subito e interamente dal committente a titolo di garanzia. Se la merce sottoposta a riservato dominio viene venduta assieme ad altre merci che non ci appartengono, senza oppure dopo un’ulteriore lavorazione o combinazione, la cessione del credito vale solo per un importo pari al valore della merce sottoposta a riservato dominio. Noi accettiamo tale cessione.

 

5.3 Su richiesta il committente è tenuto a comunicarci il nominativo dei propri debitori e l’entità dei crediti da fattura. Il committente è tenuto ad assicurare la merce soggetta a riserva di proprietà contro perdita e danneggiamenti. In caso di comportamento illecito del committente, qualora decidessimo di far valere il nostro diritto di riserva di proprietà, siamo autorizzati ad accedere ai locali del committente per poterci riprendere la merce soggetta a riserva di proprietà.

 

5.4 Ci impegniamo a svincolare le garanzie che ci competono in base alle disposizioni precedenti, qualora il valore realizzabile al verificarsi dell’evento che legittima l’escussione superi di almeno il 10% il credito da assicurare.

 

6. Garanzia e responsabilità
6.1 Il committente è tenuto a controllare immediatamente la merce (anche se confezionata), per riscontrare difetti visibili e a segnalare gli stessi entro sette giorni di calendario dalla ricezione della merce, formulando per iscritto la contestazione nei confronti di Kampmann, in modo chiaro e verificabile. Eventuali difetti non riscontrabili con un controllo accurato vanno segnalati a Kampmann per iscritto con le stesse modalità e tempistiche a partire dal momento in cui si manifestano.

Danni riconoscibili dovuti al trasporto devono essere immediatamente segnalati per iscritto dal committente al vettore in caso di vendita a distanza e in ogni caso a Kampmann se la spedizione è avvenuta a rischio e pericolo di Kampmann.

 

6.2 In presenza di un difetto Kampmann ha il diritto di scegliere se optare per l’eliminazione dello stesso o per la spedizione di nuova merce, priva di difetti. Un adempimento successivo del contratto da parte nostra è da considerarsi non avvenuto solo se il difetto risulta presente anche dopo il secondo tentativo di adempimento successivo. I diritti del committente in caso di fallimento, rifiuto e inammissibilità dell’adempimento successivo rimangono impregiudicati.

 

6.3 I reclami per difetti materiali del committente cadono in prescrizione dopo 12 mesi. Ciò non vale se la legge in base a § 438 par. 1 n. 2, 445 b par. 3, § 79 par. 1, § 634 a par. 1 del codice civile tedesco prevede dei termini più lunghi, nonché in caso di violazione dell’incolumità fisica o della salute, violazione intenzionale o gravemente negligente degli obblighi o reticenza dolosa nel fornire informazioni su un difetto. Le regolamentazioni di legge per dilazione dei termini e nuovo inizio di scadenze rimangono impregiudicate.

 

6.4 In caso di scostamento minimo dalla condizione concordata, soprattutto per quanto concerne colore ed esecuzione, in caso di usura naturale o di danni scaturiti dopo il trasferimento del rischio in seguito a incuria, manutenzione oppure di influssi esterni particolari, la merce venduta non viene considerata difettosa.

 

6.5 Noi rispondiamo sempre, ai sensi delle prescrizioni vincolanti della Legge sulla responsabilità da prodotto, per danni dovuti alla violazione dell’incolumità fisica o della salute imputabili a noi, ai nostri rappresentanti legali o al nostro personale ausiliario e per tutti i danni causati da noi, dai nostri rappresentanti legali o dal nostro personale ausiliario intenzionalmente o per negligenza grave.

 

6.6 Se si riscontra una lieve negligenza, tranne nei casi di cui al paragrafo 6.5, rispondiamo solo in presenza di violazione dei diritti contrattuali fondamentali. In presenza di danni materiali e patrimoniali la nostra responsabilità è limitata a quelli prevedibili e tipicamente contemplati dal contratto. In caso di forniture in ritardo o di mancate forniture, tranne e nei casi di cui al paragrafo 6.5, non rispondiamo per danni conseguenti.

 

6.7 Eventuali proposte da noi formulate sul tipo di impiego dei nostri prodotti non sono da considerarsi servizi di pianificazione, pertanto si esclude qualsiasi responsabilità che vada oltre la descrizione dei prodotti.

 

7. Prestazioni d’opera/prestazioni di fornitura d’opera

Un contratto d’opera entra in essere solo se Kampmann ha ricevuto l'incarico di fornire e installare componenti realizzati da Kampmann, ad es. pannelli radianti a soffitto, canali a pavimento o soffitti di raffreddamento. In tal caso l’obbligo di garanzia di Kampmann si riduce a due anni, calcolati a partire dal collaudo. Non è possibile rifiutare il collaudo a causa di difetti non sostanziali.

In tutti gli altri casi nei quali Kampmann deve occuparsi soltanto della fornitura di componenti o parti di impianto mobili da realizzare, si applica il diritto di compravendita in considerazione delle pre menzionate CGC di Kampmann.

 

8. Luogo di adempimento, foro competente e disposizioni conclusive
8.1 Il luogo di adempimento per le forniture è quello di spedizione, mentre quello per i pagamenti è la sede commerciale di Kampmann.

 

8.2 Se il committente è un imprenditore, una persona giuridica di diritto pubblico o un ente di diritto pubblico con patrimonio separato, a nostra discrezione il foro competente per tutte le controversie di cui al presente contratto, compresi i reclami relativi ad assegni e cambiali, è la nostra sede commerciale oppure quella del committente. Lo stesso vale se il committente non dispone di un foro competente generale in Germania o se la residenza legale o quella abituale al momento della presentazione del reclamo non è nota.

 

8.3 Per tutti i contratti fra il committente e Kampmann vale esclusivamente il diritto tedesco, con esclusione del diritto di compravendita internazionale (convenzione ONU).

 

Download: Condizioni generali di contratto, edizione Febbraio 2017